Fata__MorganaPalmina Martinelli, Rossella Casini, Maria Teresa Gallucci, Nicolina Celano, Marilena Bracaglia, Tita Buccafusca, Lea Garofalo, Denise Cosco e Angela Donato. Sono i nomi e cognomi delle donne vittime della criminalità organizzata alle quali è dedicato LA FATA MORGANA, fantasia su un mito, lo spettacolo teatrale tratto dal dossier dell’associazione daSud “Sdisonorate”, che andrà in scena giovedì 30 ottobre, alle ore 20.45, presso il Teatro Lo Spazio di Roma (via Locri, 42).

Ci sono voluti anni per decostruire lo stereotipo secondo cui le mafie non ammazzano le donne. E altri ancora serviranno per indagare il ruolo delle donne nelle organizzazioni criminali. L’Associazione daSud, nel 2011, ha scritto il dossier Sdisonorate per raccontare un pezzo di verità negata, ricostruendo le storie delle donne vittime delle mafie. È proprio da qui che prende le mosse la rappresentazione de “La Fata Morgana. Fantasia su un mito”.

Scritto, diretto e interpretato da Marica Roberto, con Carmelo Cacciola (chitarra, liuto cretese, voce), Pietro Cernuto (zampogna, friscaletti, marranzano, tamburello, voce) e Francesco Salvadore (tamburi a cornice, voce), lo spettacolo è una reinterpretazione fantastica del mito di Fata Morgana: creatura sovrannaturale con poteri di guaritrice e mutaforme, che qui si fa voce di nove storie di donne vittime di mafie, con l’obiettivo di mantenere vivo il loro ricordo e per far sì che il loro coraggio “cammini sulle nostre gambe”.

Tratto dalla più autentica tradizione siciliana, priva di folclorismi, ma densa di forza, furore e allegria, il repertorio musicale mischia insieme prosa, canti e musica dal vivo che prorompono sul palco per scaldare le coscienze e portare più lontano le parole.

Non solo teatro. L’appuntamento offre infatti anche un momento per riflettere, approfondire e discutere insieme. A seguire dalla prima, il dibattito a cura dell’associazione daSud e della compagnia teatrale, a cui prenderanno parte:

  • Celeste Costantino, deputata Sel, impegnata sul tema dei diritti, dell’antimafia e delle questioni di genere, fondatrice del collettivo Donne daSud e della rete Ragazze Interrotte di Sinistra Ecologia e Libertà
  • Susi Fantino, presidente del IX Municipio, argentina attiva nella cooperazione internazionale
  • Cinzia Paolillo, presidente daSud e coautrice con Irene Cortese e Sara di Bella del dossier “Sdisonorate”
  • Angela Iantosca, autrice del libro “Onora la madre

*Lo spettacolo resterà a teatro fino al 1° novembre
Per info: http://www.teatrolospazio.it/joomla17/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=45&Itemid=153