SOS-locandina-web4-723x1024

Dalla “Mediateca Antimafie Valarioti” del Pigneto a quella de “La Casa del Viaggiatore” dell’Istituto Pio La Torre di Torrevecchia. Con i fumetti della collana “Progetto Libeccio” e i libri “Roma Tagliata Male”, “Mammamafia. Il welfare lo pagano le mafie”, “Sdisonorate”, “Arance insanguinate” e molti altri.

Da anni impegnata nel racconto delle mafie e dell’antimafia, per ricostruire la memoria e i diritti, l’associazione antimafie daSud sceglie di sostenere S.O.S. Scuola,  il progetto ideato e promosso dall’Associazione Alveare per il Sociale che riqualifica e innova le scuole trasformandole in laboratori di creatività e diritti.

Premiato dal Parlamento Europeo con il “Civi Europaeo Premium”, il progetto approda a Roma con il campus creativo, che dal 6 al 13 luglio ridisegnerà il volto dell’Istituto Pio La Torre, situato a Torrevecchia, uno dei quartieri più difficili della Capitale. 

Per una settimana gli studenti, i docenti e i genitori, insieme a decine di associazioni territoriali e a uno degli street artist più noti e apprezzati di Roma, David Vecchiato (in arte Diavù, coordinatore del M.U.Ro, il Museo di Urban Art di Roma), lavoreranno per dare vita a un bar dei piccoli, una mediateca, un laboratorio multimediale, una sala cinema-teatro, orti, giardini e street art. Si chiamerà “La Casa del Viaggiatore” e sarà realizzata anche in collaborazione con l’assessorato alla Scuola di Roma Capitale e il XIV Municipio.

DaSud offrirà il proprio contributo, donando agli studenti dell’istituto dedicato a Pio La Torre i propri fumetti e libri antimafia. Del resto, le buone pratiche antimafia vanno sostenute ed S.O.S. Scuola è senza dubbio una di queste. Per daSud, creatività, arte e saperi sono infatti strumenti per l’affermazione dei diritti, la prevenzione e il contrasto delle mafie. 

Per maggiori informazioni visitare il sito web: www.sosscuola.com