Dopo aver girato in lungo e in largo il territorio romano con molti eventi itineranti, la campagna di sensibilizzazione contro la violenza domestica #befreefromviolence si prepara a cominciare la sua seconda e ultima tappa. Usando questa volta l’arte come strumento di comunicazione e denuncia. Dal 2 all’8 ottobre, nello Spazio Factory della Pelanda Macro Testaccio, verranno infatti esposte le opere di 28 artisti, italiani e internazionali, che hanno deciso di mettere a disposizione la loro arte e la loro creatività “perché la violenza alle donne non sia più un fatto privato”.

La mostra, aperta tutti i giorni, dalle 16.00 alle 22.00, prende il nome dall’omonima campagna di sensibilizzazione sulla violenza domestica avviata lo scorso 19 settembre da BeFree, Blue Hive Roma (Ogilvy – Wunderman – Mindshare) e Minerva Auctions. Ogni sera, dalle 19.30 alle 20.00, i visitatori potranno assistere a degli happening a sorpresa, che evocheranno il tema della violenza domestica.

Al termine dell’esposizione, il 9 ottobre, avrà luogo un’asta, durante la quale saranno battute le opere esposte e il cui ricavato andrà al sostegno delle attività di Be Free e in particolare dello “Sportello Donna”, servizio antiviolenza situato presso il Pronto soccorso generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini (Roma) e gestito da “Be Free”. Avviato nel 2009, Sportello Donna è un punto di accoglienza permanente, aperto 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno. Unico nel suo genere e fortemente innovativo, il servizio ha sostenuto, dal 2009 a oggi, oltre 3000 donne che hanno intrapreso un percorso di allontanamento da situazioni di violenza, con il supporto psicosociale e la consulenza legale offerte da BeFre. Il progetto, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è in scadenza il 19 novembre 2014 e non sono previsti nuovi bandi né nuovi finanziamenti per prolungarne l’attività.

Dal 9 ottobre la campagna continua nelle case di tutti, nelle strade, nelle scuole perché la “violenza non sia mai più un fatto privato”.

 

Gli artisti che hanno donato le loro opere:

Susannah Baker Smith, Marina Biagini, Elena Boccoli, Alessandra Carloni, Susanna Cascella, Mariagrazia Dardanelli, Roxy Deva, Cecilia De Paolis, Yvonne Ekman, Tony Esposito, Marzia Gandini, Pam Glew, Jonathan Huxley, Fabio Imperiale, Mark Kostabi, Anita Kunz, Enrico Manera, Kristina Milakovic, Tara McPherson, Giancarlo Neri, Itto, Valeria Patrizi, Marilena Pasini, Michel Pellaton, Gualtiero Redivo, Valentina Sisto, Patrizia Trevisi, Marziax.

Gli artisti degli happening:

Giusi Cicciò, Elena Fazio, Rosaria Iovine, Nicola Paduan, Cristina Pedetta, Francesca Romana Miceli Picardi, Angela Sajeva.

 

Per seguire e sostenere la campagna su web e social:

http://www.befreecooperativa.org/wordpress/befreefromviolence/

https://www.facebook.com/hashtag/befreefromviolence

Per info:

Befree.segreteria@gmail.com