Prende il via, con la donazione di Save The Children, l’iniziativa per arricchire il patrimonio librario della biblioteca di ÀP – Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti

card-storie-di-libri-arancione

Roma, 4 febbraio 2021BiblioÀP, il centro nevralgico del nostro progetto dell’Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti, è pronta ad accogliere tra i suoi scaffali donazioni di libri da parte di enti, associazioni e case editrici. Partirà domani, con la donazione di un patrimonio di volumi da parte di Save the Children, l’iniziativa “Che ci faccio qui? – Storie di libri“.

L’obiettivo è quello di arricchire ulteriormente il patrimonio della nostra biblioteca sui temi dell’antimafia, dei diritti, dell’antifascismo, della letteratura per l’infanzia, per i ragazzi e dello sport e di offrire un luogo di visibilità alle case editrici, una nuova fruibilità alle pubblicazioni degli enti del terzo settore. Recupereremo e daremo nuovo valore ai patrimoni di tutti quei soggetti che credono nel nostro progetto e vogliono contribuire alla sua crescita attraverso una donazione.

Dietro ogni opera esistono infinite storie. Dall’idea narrativa iniziale alla pubblicazione, dal suo approdo in libreria all’incontro con lo sguardo e la mente dei lettori. Che ci faccio qui? sarà un modo per far vivere ad ogni volume un nuovo capitolo della propria esistenza: l’approdo a BiblioÀP.

Situata all’interno dell’IIS Enzo Ferrari di Roma, che da cinque anni è sede del più ampio progetto dell’Accademia, BiblioÀP l’abbiamo inaugurata a febbraio 2019 grazie ad una campagna di crowdfunding che ci ha permesso di sottrarla agli oltre dieci anni di degrado e abbandono in cui versava e che ci ha consentito di restituirla alla scuola e aprirla al territorio e alla città. Oggi ospita oltre 6 mila volumi, tra cui quelli della nostra Mediateca “Giuseppe Valarioti”, quelli del Fondo di fumetto “Daniele Magrelli” del Collettivo Magville e quelli del Fondo “Mario Bottazzi” sulla Resistenza. Da ottobre 2020, BiblioÀP è anche censita nell’anagrafe delle biblioteche italiane e iscritta al Polo SBN-DDS (Polo Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi).

Per maggiori informazioni: biblioap@dasud.it