La ‘ndrangheta e le altre mafie come limitazione della libertà. Il Calabria Pride, il primo nella storia della regione, si è impegnato nel suo documento politico a “combattere le mafie sotto ogni sua forma” e il 16 luglio ha organizzato, insieme alle associazioni daSud e Libera, un dibattito al Parco del Museo dello Stumento Musicale di Reggio Calabria.

Hanno partecipato al dibattito: Ercole Giap Parini, docente di sociologia dell’Unical e membro del coordinamento di Libera Cosenza; Donatella Loprieno, docente Unical di diritto costituzionale e membro del coordinamento di Libera Cosenza; Mimmo Nasone, referente regionale di Libera Calabria; Laura Triumbari, rappresentante associazione da Sud; Mariarosaria Petrasso, giornalista e tesoriere Eos Arcigay Cosenza.

Gli altri appuntamenti su www.calabriapride.com