Sto caricando la mappa ....

Quinto appuntamento della seconda stagione di ÀP Teatro. Con un’originale interpretazione del Macbeth. Memoria, diritti, giustizia sociale e lotta alle mafie in scena con tanti appuntamenti in cartellone, presenze artistiche importanti e una tre giorni – dal 10 al 13 aprile – dedicata al Premio Mauro Rostagno. Ingresso libero con tessera annuale

Data / Ora
Data - 14/03/2019
11:30 - 22:00

Luogo
ÀP - Istituto Enzo Ferrari di Roma

Categorie


MACBETH aut Idola Theatri

MACBETH AUT IDOLA THEATRI

da Macbeth di William Shakespeare

con: Dalila Cozzolino alla regia

drammaturgia: Dalila Cozzolino

collaborazione alla regia: Rachele Minelli

luci e suono: Giacomo Cursiuna

produzione: Compagnia Ragli

co-produzione: Sala Roma Teatri

Un’originale interpretazione del Macbeth, di cui si racconta la superstizione: la sua fascinazione, la paradossale razionalità e la tendenza alla ritualità che essa comporta. Shakespeare ci ha insegnato tutto attraverso i suoi testi e, in questo tutto, ci ha insegnato, soprattutto, la responsabilità dell’attore. L’attore si prende la responsabilità dell’interpretazione di ogni singola battuta in un testo. E a partire dalla battuta “Salute a te, che un giorno sarai re” Macbeth abita il suo mondo in modo sempre più creativo, ideale, sovrannaturale. Super-stitio. Stare in una libertà spaventosa, farsi re, sentire oltre il sentire, vedere o mostrare ciò che non c’è. Come un attore.