mammamafia_cover_mC’è un welfare parallelo a Roma e a pagarlo sono le mafie con centinaia di milioni di euro, che consentono ai clan di garantire reddito a interi quartieri della Capitale, gestire posti di lavoro, fornire credito alle imprese e offrire servizi a cittadini scoraggiati dalla crisi economica. Di come Roma stia cambiando, ne parla l’associazione antimafia daSud nel suo ultimo e-book, dal titolo, ‘Mammamafia. Il welfare lo pagano le mafie’ (ed. Terrelibere.org, 2014): un’inchiesta sull’economia dei clan tra diritto al lavoro, gestione dei servizi e consenso sociale, a cura di Danilo Chirico e scritta da Danilo Chirico, Vincenzo Imperitura, Raffaele Lupoli, Giuseppe Nobile, Andrea Ossino, Giovanni Tizian e Carmen Vogani.

Il libro verrà presentato giovedì 27 novembre, alle ore 18, presso Palazzo Incontro (via dei Prefetti, 22 – Roma), nell’ambito della rassegna letteraria di “Lazio Senza Mafie”, il primo meeting regionale della legalità, promosso dalla Regione Lazio e organizzato dall’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità, da Progetto ABC – Arte, Bellezza, Cultura e da Sviluppo Lazio, in programma dal 26 al 29 novembre a Roma.

All’evento di presentazione dell’e-book interverranno: Danilo Chirico, giornalista, curatore del libro e membro dell’associazione daSud; Giuseppe Cascini della Direzione distrettuale antimafia di Roma; Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio; Baldassarre Favara,  presidente della Commissione Sicurezza del Consiglio Regionale del Lazio; e Marta Bonafoni della Commissione Politiche Sociali del Consiglio Regionale del Lazio.

Per maggiori informazioni sull’evento: http://www.regione.lazio.it/laziosenzamafie/rassegna-letteraria/