Oltre 270 contributi provenienti da tutte le parti d’Italia in poco più di un mese per raccontare “Le mafie sulla mia città“. Si è concluso così il contest per studenti reporter che è stato lanciato lo scorso 8 aprile dall’associazione antimafie daSud nell’ambito delle iniziative verso il festival per i suoi dieci anni “Restart Antimafia” (21-27 settembre 2015, Roma).

scuola rep

Una sfida a colpi di post, realizzata con la media partnership di Repubblica Scuola e la collaborazione del MIUR e dell’Assessorato alla Scuola e allo Sport di Roma Capitale, che il prossimo 26 settembre vedrà premiare 9 vincitori in totale, di cui 3 su Roma.

Voluto per promuovere il protagonismo delle nuove generazioni nel contrasto alle mafie e aperto a tutti i ragazzi e le ragazze delle scuole medie e superiori d’Italia, con un ulteriore focus sulla città di Roma, il contest ha permesso di coinvolgere 277 studenti, 94 provenienti dalle scuole medie e 183 dalle scuole superiori.

Proprio loro hanno provato a raccontare le mafie sulla loro città, a partire da fatti di cronaca realmente accaduti, non in tutti i casi direttamente riconducibili al fenomeno: dallo spaccio di droga, al gioco d’azzardo, all’usura, al traffico illecito di rifiuti, agli appalti truccati, alla speculazione edilizia e alla corruzione. Non solo storie di mafie, ma anche storie di impegno civile in chiave antimafia, memoria antimafia e storie di beni confiscati alle mafie nella propria città.

Bari, Brindisi, Caserta, Cremona, Latina, Lucca, Messina, Padova, Palermo, Parma, Ragusa, Roma, Salerno, Trieste. Sono sono alcune delle città di provenienza degli studenti che hanno partecipato al contest: segno di grande partecipazione e, al contempo, prova della trasversalità di un tema, quello del radicamento mafioso sul territorio, che evidentemente non riguarda solo il Sud, ma tutta Italia.

Due giurie ad hoc (una per la sfida di livello nazionale, una per il focus su Roma) sono già al lavoro per valutare i contributi, giudicati in base alla rispondenza al tema, alla chiarezza e alla semplicità di linguaggio, alla completezza e fondatezza delle informazioni, oltre che all’originalità.

I migliori 9, tre per categoria (scuole secondarie di primo grado d’Italia, scuole secondarie di secondo grado d’Italia e scuole secondarie di entrambi i gradi di Roma), riceveranno una speciale pubblicazione sul sito Repubblica.scuola.it e saranno premiati con:

  • una copia del social game di daSud “Mammamafia”;
  • una copia della collana di fumetti antimafia “Progetto Libeccio” di daSud e Round Robin Editrice;
  • un prodotto editoriale del Gruppo l’Espresso;
  • un voucher per una visita guidata presso il palazzo del Ministero dell’Istruzione e/o la Camera dei Deputati e/o il Senato della Repubblica.

In palio, infine, per gli studenti romani anche un abbonamento presso una struttura sportiva messo a disposizione dall’Assessorato alla Scuola e allo Sport di Roma Capitale.

La premiazione si svolgerà il 26 settembre 2015 a Roma, all’interno del festival per il decennale dell’associazione daSud “Restart Antimafia”.