Giovedì 20 giugno alle 10 parte il bus dell’associazione antimafie daSud. Otto le tappe, da piazza della Repubblica a piazza Bologna. Il “giro turistico” toccherà i luoghi simbolo delle mafie di ieri e di oggi. A bordo deputati, senatori, amministratori locali e rappresentanti delle associazioni. Sarà presentato anche un dossier sulla Roma città di mafie.


Un’impresa mai tentata prima: organizzare un giro turistico alla scoperta della Roma criminale. Eppure il “Roma mafie tour”, organizzato dall’associazione antimafie daSud nell’ambito della Lunga Marcia della Memoria 2013, sarà questo e molto altro ancora. Sarà l’occasione per fare il punto sulla penetrazione delle organizzazioni criminali nella Capitale, attraverso la presentazione di un dossier. Per mettere a confronto e coinvolgere su questo tema parlamentari e amministratori locali. E naturalmente per sensibilizzare la cittadinanza attraverso le immagini e le parole degli attori che hanno segnato la storia del cinema a Roma.

Il tour, fissato per giovedì 20 giugno, avrà inizio alle ore 10 con una breve conferenza stampa a piazza della Repubblica. L’associazione daSud illustrerà e distribuirà alla stampa un approfondito dossier sulla Roma città di mafie. Dopodiché giornalisti, semplici cittadini e politici saliranno insieme sul “mafie bus” che li condurrà nei luoghi simbolo delle mafie di ieri e di oggi.

Otto le tappe: piazza della Repubblica, via Veneto, via Nazionale, il Campidoglio, corso Vittorio Emanuele, campo Marzio, villa Borghese e piazza Bologna. Ogni tappa un tema: dal racket alla droga, dal riciclaggio alla mafia dei colletti bianchi, dalla giustizia alla politica. Di volta in volta approfonditi attraverso il racconto di storie e avvenimenti troppo a lungo rimossi o sottovalutati.

Nella loro narrazione, i ragazzi dell’associazione daSud saranno sostenuti anche dagli attori e le attrici che più di tutti hanno contribuito a costruire l’immaginario collettivo su Roma. Alberto Sordi, Anna Magnani, Anita Ekberg, Aldo Fabrizi, Nino Manfredi, tra gli altri, saranno infatti “testimonial” d’eccezione del mafie tour. Ciascuno di loro “adotterà” un tema e una tappa, grazie alle sagome a grandezza naturale disegnate dall’artista Giacomo Bendotti.

All’esercizio della denuncia e della memoria farà però seguito anche la fase della proposta e della partecipazione. Ospiti del “Roma mafie tour” saranno infatti esponenti politici di livello locale e nazionale. L’invito rivolto a tutti i rappresentanti istituzionali e delle associazioni, ha visto già l’adesione, tra gli altri, dei deputati Celeste Costantino, Ileana Piazzoni e Filiberto Zaratti (Sel), Pina Picierno, Marco Miccoli, Laura Garavini e Davide Mattiello (Pd). Aderiscono anche i consiglieri regionali del Lazio Marta Bonafoni e Cristiana Avenali (Per il Lazio), Riccardo Agostini (Pd), Gino De Paolis (Sel). Nonché i consiglieri di Roma Capitale Paolo Masini, Erica Battaglia, Valentina Grippo, Estella Marino (Pd), Luigi Nieri, Gemma Azuni e Gianluca Peciola (Sel). I presidenti dei Municipi Sabrina Alfonsi (I), Susi Fantino (VII), Gianmarco Palmieri (V), Daniele Torquati (XV). Altre adesioni stanno arrivando in queste ore.

Insieme a loro ci saranno anche rappresentati del mondo delle associazione, tra cui Lorenzo Parlati (Legambiente Lazio), Fabio Ciconte (Terra), Loris Antonelli (Via Libera), Bartolo Mancuso (Scup), Ferdinando Secchi e Alfredo Borrelli (Libera), Bianca La Rocca (Sos Impresa) e i rappresentanti di Cittadinanza attiva, Flc Cgil, Cna Roma, Associazione nazionale archeologi, Casetta rossa, e del Goethe Institut di Roma.