Dal 29 settembre al 7 ottobre, torna il festival delle creatività antimafia e dei diritti di Associazione daSud

Fotografia, musica e teatro per ribaltare il “mondo di mezzo” della complicità e della corruzione e promuovere la cultura come antidoto contro le mafie

Con la mostra fotografica “Cemento”, l’incontro con la Ministra Fedeli, lo spettacolo “Blu”, il Premio Restart 2017 e il Restart Live Concert di Andrea Satta & Tetes de Bois con Riccardo Sinigallia, Giorgio Maria Condemi, Fabio Magnasciutti, Lampi di Circo e molti altri

Locandina Restart 2017 ok

Roma, 22 settembre 2017 – Fotografia, musica, teatro e molto altro. Tornano, a Roma, dal 29 settembre al 7 ottobre, le contaminazioni artistiche e sociali della terza edizione di Restart!, il festival delle creatività antimafia e dei diritti di Associazione daSud, che ritorna con una quattro giorni di eventi gratuiti per ribaltare il “mondo di mezzo” fatto di complicità e corruzione,   richiamare l’attenzione della politica, troppo spesso silente quando si parla di “mafie”, e provare a (ri)mettere “Tutto SottoSopra!”. Questo, il claim della nuova edizione del festival, realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e il sostegno del MIUR.

“Buoni e cattivi, ricchi e poveri, diritto e favore, centro e periferia. Sonospiega Danilo Chirico, portavoce di Associazione daSudsolo alcune delle macro categorie messe sotto sopra dalla presenza e dal radicamento delle mafie sul territorio. Provare a ribaltarle, a partire dai giovani e dalla scuola, intesa come primo presidio di legalità, è un dovere di tutti. Delle istituzioni, in primis, e nostro. Ed è quello che ci proponiamo di fare con questa nuova edizione di Restart. Lo faremo anche quest’anno con i linguaggi che ci appartengono, dalla fotografia alla musica, al teatro, per fare dell’antimafia e dell’affermazione dei diritti un punto di vista attraverso cui guardare alle politiche di welfare, della giustizia, del lavoro, dell’immigrazione, dell’istruzione e della cultura”.

Giovani al centro, dunque, a partire dalla scuola. Ecco perché anche quest’anno daSud sceglie un istituto della periferia romana per promuovere il ruolo della cultura come antidoto alla fascinazione dei clan: l’ISS “E. Ferrari” di Cinecittà/Don Bosco, dove appena un anno fa è nata ÀP, l’Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti, che è frutto di un’idea di Associazione daSud e della collaborazione con Officina Culturale Via Libera e Cooperativa Diversamente. Qui il festival approderà il 5, 6 e 7 ottobre, dopo l’apertura, fissata per il 29 settembre, negli spazi dell’ISFCI – Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.

E tante sono le novità di quest’anno. Dalla fotografia alla musica e al teatro antimafia, con la visita della Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, lo spettacolo “Blu” sulla violenza di genere, il workshop sulle nuove idee per cambiare la città, il “Premio Restart 2017” e il “Restart Live Concert”, un unicum pensato per il Festival, a cura di Andrea Satta & Tetes de Bois, con ospiti d’eccellenza.

Si parte, dunque, dall’ISFCI (Via degli Ausoni, 1), venerdì 29 settembre, alle ore 18, con il vernissage di “Cemento”, la mostra fotografica, a cura di Gaia Bobò, che raccoglie il lavoro dell’esordiente Pierpaolo Lo Giudice su architettura, mafie e periferie: un reportage frutto di un viaggio lungo un anno nelle periferie di Roma, Napoli, Lecce, Reggio Calabria e Palermo, che completa “Under”, il dossier di Associazione daSud su giovani, mafie e periferie, realizzato con il contributo di Fondazione Con il Sud e pubblicato a maggio da Giulio Persone Editore.

Si continua allo Spazio ÀP (Via Contardo Ferrini, 83), giovedì 5 ottobre, alle ore 9.00, con Scuola aperta: la scommessa di ÀP. All’evento prenderà parte la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, che visiterà i locali della biblioteca dell’Istituto Ferrari che saranno recuperati e riaperti al territorio nell’ambito del progetto ÀP e che sarà ospite di RadiodaSud: un progetto di Associazione daSud, fatto dagli studenti del Ferrari. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare il contest di fumetto intitolato a Daniele Magrelli.

Si prosegue, sempre allo Spazio ÀP, venerdì 6 ottobre, alle ore 10.30, con Restart Teatro: un momento per parlare di donne, femminicidio e violenza di genere nell’Italia di oggi attraverso “Blu”, uno spettacolo di Laura Forti, con Linda Caridi e per la regia di Giampiero Judica. Seguirà “Una proposta concreta: l’educazione sentimentale a scuola”: dibattito con gli studenti a partire da #1oradamore, la campagna di Associazione daSud lanciata nel 2013, a sostegno della proposta di legge per l’introduzione dell’educazione sentimentale nelle scuole, presentata dalla deputata Celeste Costantino.

Il 6 ottobre pomeriggio, alle ore 15.30, si parlerà invece delle nuove idee per cambiare la città a partire da “Freiraum”: il progetto europeo, promosso dal Goethe Institut, che nel prossimo triennio coinvolgerà oltre 40 città dell’Ue e che prende il nome da tedesco “Sphere of freedom”, ovvero “Free zone”.

Restart si conclude sabato 7 ottobre, ancora ad ÀP e a partire dalle ore 19.30, con un due grandi eventi: il Premio Restart 2017, il riconoscimento che ogni anno Associazione daSud assegna alle personalità e realtà del mondo della cultura e del sociale che si sono distinte per il loro impegno antimafia e che vedrà Francesca Fornario (Radio 1) alla conduzione della serata. E, infine, il Restart Live Concert: il concerto-evento, un unicum pensato per l’occasione, a cura di Andrea Satta & Tetes de Bois, con Riccardo Sinigallia, Giorgio Maria Condemi, Fabio Magnasciutti, lampi di circo con Shay e molti altri ospiti.

Per tutti gli eventi, l’ingresso è libero. Consigliata prenotazione a: segreteria@dasud.it 

 LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO DI RESTART