Celeste

Sbeffeggi, insulti e persino minacce personali. Una vera e propria campagna di odio si sta riversando in queste ore sulla deputata di Sel, Celeste Costantino, “rea” di aver presentato un’interrogazione, firmata anche da Erasmo Palazzotto, al ministro dell’Interno Angelino Alfano per chiedere una verifica sui monologhi razzisti e xenofobi di Luca Casciani. A incitare la violenza nei confronti della deputata è stato lo stesso giornalista che, dalla sua pagina Facebook, ha invitato i suoi sostenitori a scriverle. Mettendo il link della sua fanpage per agevolare lo “scambio di opinioni”. Un’operazione vile e pericolosa che in queste stesse ore in molti stanno denunciando. Sostenendo Celeste Costantino con decine e decine di messaggi, pubblici e privati, di stima e sostegno. Tra le attestazioni di vicinanza spicca quella della presidente della Camera Laura Boldrini, che su Twitter esprime “solidarietà a @CelesteCost per minacce in rete dopo interrogazione @Montecitorio su #razzismo e #xenofobia di trasmissione radiofonica”.

Tra i primi a manifestare la sua “piena solidarietà” il capogruppo Sel in Campidoglio Gianluca Peciola, che in una nota condanna “i gravi attacchi comparsi sul web in questi giorni, a seguito dell’interrogazione presentata al ministro dell’Interno Angelino Alfano sulle dichiarazioni di Luca Casciani, che quotidianamente sulla radio locale romana Radio Ti Ricordi, RTR99, conduce una trasmissione in cui espone lunghi monologhi xenofobi e razzisti. I messaggi che vengono diffusi in questa trasmissione radiofonica sono estremamente gravi e incompatibili con le norme contenute nella legge 205 del 25 giugno 1993 in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa. Chiediamo alle Istituzioni competenti di intervenire per chiudere la trasmissione radiofonica. Chi soffia sul fuoco della guerra orizzontale tra gli ultimi non può avere cittadinanza”. Stessi toni usa anche il vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio che su Twitter si dichiara “Vicino a @CelesteCost e sua campagna contro razzismo e xenofobia. Minacce e intimidazioni non fermeranno battaglia per diritti civili”. “Solidarietà a @CelesteCost e sostegno alla battaglia contro trasmissioni xenofobe e razziste” esprime anche la consigliera regionale Marta Bonafoni. “La violenza altrui non ci deve bloccare, coraggio!” dice la consigliera comunale Erica Battaglia. @CelesteCost vai avanti!” – twitta il deputato Gennaro Migliore – Gli insulti non potranno fermare le battaglie giuste”.

Affidano invece il proprio sostegno a una nota collettiva i deputati del PD che hanno sottoscritto l’interrogazione di Celeste Costantino. “Roma – dichiarano con voce sola Marco Miccoli, Lorenza Bonaccorsi, Micaela Campana, Roberta Agostini, Ileana Argentin, Laura Coccia, Maria Coscia, Khalid Chaouki, Monica Gregori, Umberto Marroni, Fabio Melilli ed Emiliano Minnucci - non ha certo bisogno di esacerbare gli animi: alla luce delle violente cronache dei giorni scorsi, dal Pigneto a Centocelle, il drammatico quadro che ci viene consegnato non necessita di alcun incoraggiamento dai social. A Celeste intanto va tutta la nostra solidarietà ed affetto”.

Parlano di “attacchi che colpiscono tutti noi” il capogruppo e la vicecapogruppo di Sel Arturo Scotto e Annalisa Pannarale, che in una nota esprimono “la nostra solidarietà a nome del gruppo parlamentare di Sinistra Ecologia Libertà di Montecitorio a Celeste Costantino, oggetto di attacchi, più o meno velati, sulla sua pagina Facebook. Attacchi legati alla sua attività parlamentare e di sindacato ispettivo. Attacchi che rappresentano la cultura antidemocratica di una destra becera e razzista. Una violenza verbale e una istigazione all’odio razziale intollerabili”.
E proprio il suo impegno di lungo corso contro il razzismo e per i diritti vale a Celeste Costantino l’apprezzamento di tanti amministratori locali. Tra gli altri, la presidente del VII Municipio Susi Fantino non usa mezzi termini: “Episodi come questi – dichiara – non possono assolutamente rimanere sotto silenzio. Non si può chiamare informazione l’istigazione all’odio e la xenofobia. Le domande di Celeste Costantino al ministro Alfano sono anche le mie e dovrebbero essere quelle di ogni cittadino che ha a cuore la democrazia e il futuro di Roma, una città accogliente che non merita di essere infangata da una manciata di xenofobi”.

Insieme alla politica, un forte e deciso sostegno arriva anche dal mondo del terzo settore, in particolare da quelle realtà con le quali Celeste Costantino ha condiviso le sue battaglie sui diritti, l’antimafia e le tematiche di genere. Tra queste, la cooperativa BeFree che dalla sua pagina Facebook esprime “Solidarietà a Celeste Costantino, compagna di viaggio e di impegno politico. La sua interrogazione parlamentare sull’odio razzista fomentato da Luca Casciani dai microfoni di “Radio Ti ricordi” e le volgari accuse di ignoranza e faziosità che ha ricevuto ci confermano ancora una volta dell’importanza e della necessità di sostenere le sue battaglie politiche, a cominciare da #‎1oradamore, proposta di legge a favore dell’introduzione dell’educazione sentimentale nelle scuole. Forza Celeste, Be Free tutta è con te!”. Pieno sostegno arriva anche da Zeroviolenza che a @CelesteCost promette: “Saremo sempre dalla stessa parte contro #razzismo #omofobia #xenofobia e ogni #violenza”. Sempre su Twitter la cofondatrice di “Se non ora quando?” Titti di Salvo esprime “Solidarietà a @CelesteCost vittima di insulti schifosi per aver denunciato una trasmissione radiofonica (RTR99) che incita al #razzismo”.

E poi tanti, tantissimi cittadini. Come Antonietta, che sulla sua bacheca ha lasciato scritto “Forza Celeste Costantino. Sono con te. Non ho nessun dubbio sul fatto che mai niente e nessuno ti faranno arretrare di un passo”. O Jacopo, che su quella stessa bacheca scrive: “Esprimo tutta la mia indignazione per gli attacchi che sta subendo Celeste Costantino e tutto il mio sostegno per il lavoro che sta portando avanti in Parlamento. Siamo con te!”.