Emanuela era un agente della scorta del magistrato Paolo Borsellino. Morì il 19 luglio 1992, vittima della strage di via d’Amelio a Palermo; con lei persero la vita, oltre a Paolo Borsellino, i colleghi Walter Eddie Cosina, Agostino Catalano, Claudio Traina e Vincenzo Li Muli. Era entrata nella Polizia di Stato nel 1989 per seguire l’aspirazione della sorella Claudia, che però non venne ammessa. Avrebbe dovuto sposarsi pochi giorni dopo il fatale attentato.

[issuu width=600 height=350 embedBackground=%23000000 backgroundColor=%23222222 documentId=120719134548-5cd433efa3fe4ed0b5a88287ed0ffbe3 name=emanuela-loi username=dasud tag=emanuela%20loi unit=px v=2]

Testi: Raffaele Lupoli. Disegni: Salvo Lareddola.
Lettering: Vincenzo Pisano.
Con la collaborazione di Claudia Loi.