Promosso da Associazione daSud e Compagnia Ragli per incentivare e sostenere la produzione artistica che ruota attorno ai temi del teatro civile, il bando è aperto fino al 3 novembre

Rivolto a singoli artisti o compagnie, il concorso vedrà selezionare quattro opere finaliste che il 20 e 21 novembre saranno portate in scena a Roma e che si contenderanno davanti ad una giuria tecnica il premio in denaro messo in palio

APACCADEMIA.IT (2)Roma, 6 ottobre 2021 - Memoria, diritti, giustizia sociale e lotta alle mafie, nel ricordo del giornalista e attivista, vittima di mafia, Mauro Rostagno. È online il bando della terza edizione del Premio teatrale “Mauro Rostagno” che mette in palio 1.000 euro per lo spettacolo vincitore.

Organizzato e ideato da Associazione antimafie daSud e Compagnia Ragli con il contributo del Ministero della Cultura, il Premio è un concorso teatrale che si rivolge a singoli artisti o compagnie del panorama italiano ed europeo che si propongono di raccontare e interpretare storie e problemi della contemporaneità attraverso spettacoli che abbiano ad oggetto temi di interesse generale inerenti la qualità e la dignità della vita umana, l’impegno per la giustizia sociale, la lotta alle mafie e il contrasto verso tutte le forme di discriminazione. 

Il bando, già consultabile online, sarà aperto fino al 3 novembre. Questo il termine ultimo per iscriversi e partecipare con un proprio testo originale o un riadattamento in forma di monologo o spettacolo con più interpreti per una una durata massima di 50 minuti. 

Gli organizzatori selezioneranno le quattro opere finaliste che il 20 e 21 novembre saranno portate in scena a Roma, negli spazi di ÀP – Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti, con un estratto di 30 minuti e che davanti ad una giuria tecnica composta da esperti e addetti ai lavori si contenderanno il premio da 1.000 euro.

Lo spettacolo vincitore e il Premio saranno annunciati e conferiti la sera del 21 novembre nel corso della cerimonia di premiazione che vedrà attribuire anche i premi per migliore regia, miglior attore, migliore attrice a cui si aggiungono il Premio speciale daSud e il Premio giuria popolare. Ad assegnare quest’ultimo sarà la Casa dello Spettatore che per il secondo anno consecutivo, nell’ambito dell’iniziativa generale, curerà un’esperienza del pubblico tra visione e giudizio chiamando a raccolta spettatrici e spettatori appassionati, nonché curiosi, che verranno formati attraverso un percorso di condivisione e confronto ad entrare in relazione con l’oggetto artistico, interpretare il ruolo di giurati e scegliere il miglior spettacolo per la giuria popolare.

Le due giornate del Premio si svolgeranno nell’ambito della prima edizione del “Festival Mauro Rostagno – Diritti in scena” (Roma, 15-24 novembre).