Dal 29 settembre all’1 ottobre, l’Associazione antimafia daSud organizza il Festival delle creatività antimafia e dei diritti in una scuola della periferia romana: musica, teatro, letteratura, sport e fumetti.

Con il premio ‘Restart 2016′ a personalità del mondo del sociale e della cultura. Tra i riconoscimenti quello alla carriera per Luigi Lo Cascio e per la lotta al doping nello sport a Sandro Donati.

Debutta il progetto ‘Accademia popolare dell’antimafia e dei diritti’ nel quartiere Cinecittà/Don Bosco: un hub di cultura e innovazione per contrastare la dispersione scolastica, offrire servizi al territori e produrre eventi culturale.

restart_2016_fb_profilo_3

Musica, teatro, letteratura, sport, scuola e fumetti. Dal 29 settembre al 1 ottobre, l’Associazione antimafie daSud rilancia Restart!, il Festival delle creatività antimafia e dei diritti che, dopo la prima fortunata edizione alla Casa del Jazz, quest’anno si sposta nelle scuole della periferia romana per promuovere nei giovani il ruolo della cultura come antidoto alla fascinazione dei clan e riqualificare i territori partendo dalla trasformazione creativa degli spazi urbani pubblici.

Sarà infatti l’Istituto Enzo Ferrari, nel quartiere di Cinecittà/Don Bosco, ad ospitare Restart! e il nuovo parterre di personalità provenienti dal mondo della cultura, delle istituzioni e dell’associazionismo con cui daSud getterà le basi per un nuovo ambizioso progetto, un’Accademia popolare dell’antimafia e dei diritti, intorno a cui a partire dal primo ottobre sarà avviata la fase di progettazione condivisa. Da un teatro, una biblioteca e alcune aule sottoutilizzate del Ferrari, nascerà una factory sociale pensata anche per contrastare la dispersione scolastica: un hub aperto al coinvolgimento di professionisti dell’arte e della cultura per cambiare l’immaginario sulle mafie e l’antimafia nel Paese, fare formazione con gli studenti, organizzare e produrre eventi culturali, offrire servizi al quartiere e alla città di Roma.

Si comincia giovedì 29 settembre, alle ore 11.30, con la presentazione dell’inedito fumetto di Francesca Zoni e Alessandro Mari, Randagi da Zero (ed. Rizzoli – Lizard, 2016): un racconto d’avventura che possiede il linguaggio delle migliori serie tv e che affronta il tema della giustizia minorile e dell’immigrazione. Si prosegue venerdì 30 settembre, alle ore 9,oo con Sport e Diritti: il torneo antirazzista di calcio a 5. Sabato 1 ottobre, invece, porte aperte alle ore 9.30 per la premiazione degli studenti vincitori del contest di scrittura nazionale promosso da daSud in collaborazione con Repubblica.it e MIUR, “L’antimafia non ha bisogno di eroi”. A premiare gli studenti, tra gli altri, l’attore Giovanni Scifoni e il regista Fabio Mollo.

L’evento clou di Restart!, il 1 ottobre alle ore 20.30 con un concerto (tra i performer, il rapper Amir Issaa), la presentazione del progetto Accademia popolare dell’antimafia e dei diritti, e l’assegnazione del Premio Restart Antimafia 2016alle personalità e realtà che in Italia si sono distinte nell’innovazione sociale e nella costruzione di un nuovo immaginario antimafia.

Tra i riconoscimenti, quello alla carriera per l’attore e regista Luigi Lo Cascio per essere stato il migliore interprete negli ultimi vent’anni della cultura cinematografica antimafia; un premio speciale per la lotta al doping nello sport all’allenatore di atletica leggera Sandro Donati che quest’anno ha affrontato il doloroso caso Schwazer e ha denunciato le anomalie del sistema giudiziario sportivo; e un premio alla giovane attrice rivelazione di Cannes nel 2016, Daphne Scoccia, protagonista del film ‘Fiore’ diretto da Claudio Giovanesi dove interpreta con un’intensità inedita – per Daphne è stato un debutto, l’attrice è stata “scoperta” mentre lavorava come cameriera in un’osteria romana – una criminale tra le mura del carcere minorile.

Il festival Restart! è organizzato in collaborazione con Officina culturale Via Libera e Cooperativa Diversamente, e con il contributo di MIUR e SIAE

CLICCA QUI per leggere il programma completo di Restart!