Tornasole.mp4 from Vito Foderà on Vimeo.

Un cantiere articolato e stabile di innovazione pedagogica per un’alleanza educativa strategica nei municipi V, VI e VII di Roma che ha mosso i primi passi nella primavera del 2020 e che, da settembre 2021, entra nel vivo con una co-progettazione quadriennale che vede la nostra associazione tra gli attori chiave del progetto cofinanziato da Fondazione Paolo Bulgari e Impresa sociale Con i Bambini.

OBIETTIVI

Obiettivo specifico di Tornasole è contrastare il fenomeno della dispersione scolastica attraverso il rinsaldamento della comunità educante che opera nei territori più fragili della periferia di Roma Est. Una comunità variegata formata da insegnanti, educatori, psicologi e operatori socio-culturali che per la prima volta sono chiamati a cooperare insieme per il raggiungimento di uno scopo comune.

SOGGETTI ATTUATORI E PARTNER

Il progetto è sviluppato e attuato sul campo da Cooperativa Sociale Antropos e Centro Giovanile Antropos a Tor Sapienza, Associazione Rimettere le Ali e Borgo Ragazzi Don Bosco a Centocelle; Associazione daSud e ÀP, Accademia dell’Antimafia e dei Diritti a Cinecittà; Associazione culturale Cubo Libro a Tor Bella Monaca. Inoltre, prevede il coinvolgimento di 14 scuole (cinque primarie, una scuola media statale,  tre istituti comprensivi, quattro Istituti superiori e un Cpia) e si avvale della consulenza  strategica di IF – Imparare-fare.

5 LINEE DI AZIONE

1) ‘Tornasole a Scuola’, che garantisce la presa in carico dei beneficiari attraverso la rigenerazione del patto educativo tra scuola famiglia e territorio e la co-progettazione di strategie pedagogiche di supporto a bambini, studenti, genitori, insegnanti e operatori, il tutto attraverso la piena collaborazione interprofessionale tra insegnanti e educatori. Questa azione è realizzata in 7 scuole e coinvolge 60 classi coprendo l’arco 0-18 anni;

2) ‘Tornasole nell’Aula Vicina’ il progetto sta creando nei territori di riferimento 4 aule-ponte tra scuola e quartiere, attrezzate in maniera polifunzionale che offriranno, uno spazio di accoglienza e riferimento per famiglie, ragazzi e insegnanti, nel quale l’accesso agli strumenti multimediali sarà reso possibile gratuitamente e promosso in modo consapevole e presso cui saranno attivati sportelli sociali di ascolto;

3) ‘Tornasole nel Territorio’, nell’ambito della quale si attueranno, sul modello dell’outdoor education, attività culturali, ricreative, sportive, aperte a bambini e ragazzi del quartiere e differenziate in base alla loro età, che privilegino l’ambiente esterno come contesto educativo. In questa linea di azione, in accordo con le scuole coinvolte, si prevede tra l’altro un’attività partecipata con i ragazzi di rigenerazione urbana di almeno 12 spazi di quartiere, nell’ottica della riappropriazione positiva del territorio;

4) ‘Tornasole tra Scuola e Lavoro’ diretta all’aggancio e al recupero dei ragazzi più grandi, 14-17 anni circa, che manifestano fragilità educative e che possano beneficiare di interventi volti all’acquisizione di competenze utili al loro reinserimento nel percorso scolastico o a quello, più consapevole, nel mondo del lavoro attraverso lo svolgimento di corsi professionalizzanti, di attività di orientamento, oltre che di recupero degli apprendimenti e del diploma scolastico.